Le Tecnologie

l progetto VESTA (Valorizzazione E Salvaguardia del paTrimonio culturAle attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative) ha come obiettivo l’integrazione sperimentale di soluzioni tecnologiche, focalizzate su aspetti di salvaguardia e prospezione del suolo e delle strutture antiche presenti all’interno del Parco Archeologico di Paestum (sito pilota), nonché di gestione delle informazioni ad esse associate derivate dalle indagini svolte.
SATELLITI

Usati per l’individuazione su vasta scala di criticità, naturali e antropiche, che coinvolgono i beni culturali e il loro intorno

DRONI

Dotati di sensoristica ottica multispettrale, termica e radar. Sono usati per analisi di dettaglio di suolo e strutture murarie

GPR

Ground Penetrating Radar
Ad alta e a bassa frequenza, sono usati per ispezioni, rispettivamente, delle strutture murarie e del sottosuolo

ERT

Electrical Resistivity Tomography
Usati per l'investigazione del sottosuolo

Gallery

Piattaforma Web e Web GIS

Al fine di consultare i risultati delle attività di progetto, nell’ambito di VESTA viene messa a disposizione dei funzionari del Parco la piattaforma St’ART™, una piattaforma web realizzata per facilitare la consultazione dei risultati delle indagini e, più in generale, dei documenti in essa caricati, sia dai partner di progetto che dagli stessi funzionari del Parco.

Tra le principali macro-funzioni della piattaforma, si annoverano le seguenti:

  • HUB di servizi di gestione di informazioni sugli asset del sito archeologico con possibilità di export e import in formato standard (shapefile, WMS), accessibile da web browser;
  • interoperabilità con banche dati di settore (come Carta del Rischio, da ICR) per fini di conoscenza e gestione dei fattori di rischio sui beni culturali;
  • consultazione dei risultati delle indagini condotte, sia in forma di report (testo e immagini, informazioni qualitative e quantitative, ove applicabile), che di mappe tematiche (dato geospaziale) anche come layer su Web-GIS integrato;
  • disponibilità all’integrazione di dati da sensori in situ;
  • servizi di analisi dei flussi dei visitatori tramite position reporting anonimizzato da app operanti sul sito e aderenti alle API St’ART.
Indagini sulla stabilità del terreno

Indagini sui cambiamenti del suolo